Comprare Mobili a Rate: dove e come fare

Comprare i mobili a rate è un trend in aumento, sono sempre più italiani che lo fanno. Vediamo in questo articolo una guida completa di riferimento sul dove farlo, come farlo e come trovare il miglior preventivo per il finanziamento.

Pubblicità
Prestiti facili e veloci...
... a portata di click!
Preventivo Gratuito »

Comprare mobili a rate è molto semplice grazie alle sempre maggiori opportunità che le società finanziarie propongono, sia direttamente agli acquirenti che attraverso i mobilifici.

Oggi, acquistare l’arredo completo per la propria casa è diventata, spesso, una spesa che non si è più in grado di sopportare tutta in contanti, vuoi per l’aumento dei costi degli arredi, vuoi per una situazione economica di difficoltà per il nostro paese.

Quale che sia la motivazione, comprare dei mobili pagando delle rate è diventata una tendenza in crescita.

Chi va su Google, oggi, e digita “cerco mobili senza busta paga” o “cerco mobili a rate”, si trova davanti una miriade di opportunità, ma quali sono le migliori?

Comprare mobili a rate direttamente in mobilificio

Sono sempre di più i mobilifici, in tutta Italia, che propongono le rate come metodo di pagamento. Il finanziamento per acquistare arredi è molto semplice da richiedere, soprattutto attraverso un mobilificio.

La domanda viene presentata direttamente dagli addetti del mobilificio, e ad essa occorrerà allegare:

  • Copia della busta paga o del cedolino della pensione di chi fa richiesta;
  • Copia della dichiarazione dei redditi nel caso in cui si faccia domanda senza busta;
  • Copia del preventivo di acquisto;
  • Copia del documento di identità e del codice fiscale del richiedente.

Una volta che la domanda è stata presentata, in pochissimo tempo si dovrebbe ricevere una risposta, positiva o negativa. Qualora la finanziaria accettasse la richiesta, il preventivo può essere “concluso” e l’acquisto portato a termine.

Tra i negozi dove si possono comprare mobili a rate, troviamo:

  • Mondo Convenienza
  • Berloni
  • IKEA
  • Conforama
  • Asta Mobili
  • Palma Mobili (per la Sicilia)

Tra le società finanziarie “affiliate”, invece, possiamo trovare:

  • Findomestic
  • Compass
  • Agos

Una volta che la domanda è stata accettata, l’istituto di credito procederà ad accreditare la somma direttamente sul conto corrente del mobilificio, attivando nel contempo le rate mensili a carico dell’acquirente.

Il pagamento delle rate può avvenire tramite bollettino postale o con addebito diretto SEPA sul proprio conto corrente.

Comprare mobili a rate rivolgendosi alla società finanziaria

Alternativa è quella di rivolgersi ad una società finanziaria (o ad una banca) per fare richiesta di prestito per comprare dei mobili pagandoli a rate.

I documenti che bisogna presentare sono gli stessi visti sopra, ovvero:

  • Copia della busta paga o del cedolino della pensione di chi fa richiesta;
  • Copia della dichiarazione dei redditi nel caso in cui si faccia domanda senza busta;
  • Copia del preventivo di acquisto;
  • Copia del documento di identità e del codice fiscale del richiedente.

La presentazione del preventivo di acquisto, in questo caso, deve essere fatta direttamente dal richiedente il finanziamento, ed è fondamentale che il preventivo sia su carta intestata del mobilificio e firmato di pugno da un addetto o responsabile.

La risposta di fattibilità sul finanziamento viene data direttamente al richiedente, il quale riceverà la somma di denaro sul suo conto corrente.

A questo punto sarà egli stesso che dovrà effettuare l’acquisto presso il mobilificio che gli ha fatto il preventivo.

Comprare mobili a rate senza busta paga

Sono tanti gli utenti che cercano dei modi per acquistare mobili senza avere la busta paga, che sia divani, salotti o cucine.

Un po’ come accade per i prestiti senza busta paga in generale, anche nel caso dei mobili, la valutazione da parte della finanziaria viene fatta sulla base della dichiarazione dei redditi presentata dal richiedente.

Vogliamo sottolineare che a volte ottenere dei prestiti se non si ha una busta paga può essere difficile, e anche per questo motivo spesso si “gioca la carta” del garante, una persona che si impegna a rimborsare il finanziamento se il debitore principale non adempie.

In rete sono tanti i negozi di arredamento che propongono mobili da pagare a rate senza la busta paga, come Conforama, Asta Mobili, Palma Mobili (in Sicilia) e Mondo Convenienza. In considerazione di questo, possiamo dire che le opportunità sembrano esserci, per questo motivo diventa importante scegliere il miglior finanziamento (partiamo ovviamente dal presupposto che abbiate scelto già l’arredo che più vi piace).

Come scegliere il miglior prestito online?

Come più volte diciamo su Prestiti Online Italia, per scegliere il miglior finanziamento per i mobili e gli arredi (ma vale in generale con ogni prestito personale) è importante il confronto, cioè farsi dare dei preventivi da confrontare con calma, a casa.

Tanti servizi propongono il confronto dei preventivi su internet ed essi aiutano sicuramente a risparmiare tempo e a confrontare un maggior numero di offerte.

Considerando che l’acquisto di un arredo non è certamente una questione di vitale importanza nella maggior parte dei casi, ecco che avete tutta la calma necessaria per un corretto confronto e per scegliere il miglior prestito per arredamento.

Thursday, 08 June 2017 - Autore: Gino Topini

Giudizi e Recensioni:

Nome *

Email *
(non verrà pubblicata)

Il tuo commento

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.