Prestiti Pensionati Fino a 90 Anni

Parliamo dei Prestiti Pensionati Fino a 90 Anni, i vantaggi e i costi che questo prestito comporta.

Pubblicità
Prestiti facili e veloci...
... a portata di click!
Preventivo Gratuito »

I prestiti pensionati fino a 90 anni sono, come si può capire dal nome, una soluzione che viene concessa a tutti coloro che godono di una pensione di anzianità e che hanno bisogno di un prestito per sé stessi, per aiutare un figlio o per dare una mano ad un nipote. Si tratta di soluzioni molto convenienti da diversi punti di vista, inclusi quello del tasso di interesse.

Prestiti pensionati fino a 90 anni, ecco i vantaggi

Il primo vantaggio è legato indubbiamente all'età che bisogna avere al momento del completo rimborso del debito: ovvero 90 anni. Di solito, infatti, le società finanziarie o le banche che concedono prestiti per pensionati, impongono che non bisogna avere oltre 75 anni al momento del pagamento dell'ultima rata del rimborso.

In questo caso la possibilità di allungare la durata del finanziamento permette di avere più tempo per poterlo pagare. Quando si fa domanda di prestiti pensionati fino a 90 anni bisogna però prendere in considerazione due punti che potrebbero essere sfavorevoli per chi fa domanda e sono entrambi sempre legati all'età del richiedente.

Prestiti 90enni: quanto si può ottenere?

In questo caso, la risposta dipende dall'importo della pensione netta che si prende ogni mese. Diciamo che, con la cessione del quinto, la rata massima che si può pagare è pari al 20% della pensione stessa, dunque l'importo ottenibile viene calcolato partendo da questo valore e moltiplicando per i mesi di durata del prestito.

Detto questo, è ovvio vedere la seguente situazione: più il richiedente è in là con gli anni, minore sarà la somma di denaro che viene concessa.

Prestiti per anziani: che Rischi ci sono?

Il primo rischio legato all'allungamento della "vita" di un prestito oltre i 75 anni di vita del debitore, aumenta notevolmente i rischi da parte della bancha o della società finanziaria della scomparsa dello stesso, il che sarebbe, per l'istituto stesso, un costo in termini di mancato immediato ottenimento di tutta la somma riscossa, che in ogni caso dovrebbe essere ripagata dagli eredi.

Il secondo rischio è invece legato all'assicurazione prestiti, obbligatoria su ogni finanziamento concesso con la tipologia della cessione del quinto, come i prestiti pensionati.

L'assicurazione prestito

L'assicurazione copre il debitore se egli diventa impossibilitato al rimborso sia per cause temporanee (come la perdita di un lavoro, ovviamente solo nel caso di cessione del quinto dello stipendio o a causa di altre temporanee difficoltà economiche) sia per cause "definitive", come il decesso.

In quest'ultimo caso l'assicurazione rimborsa completamente il debito residuo per non farlo gravare sugli eredi. I prestiti pensionati fino a 90 anni aumentano, per ovvi motivi, il grado di rischio che l'assicurazione corre, il che significa un maggior costo assicurativo per poter avere il prestito.

Finanziamenti fino a 90 anni: la restituzione

La restituzione del prestito per 90enne avviene pagando delle rate che sono trattenute direttamente dalla pensione netta e che vengono versate, dall'INPS (o da altro ente pensionistico) direttamente alla società finanziaria.

Non c'è nessun'operazione che il pensionato deve svolgere.

Le conclusioni sui prestiti pensione 90 anni

In conclusione possiamo dire che, quando si pensa ad un prestito di questo genere, occorre cercare bene chi lo può concedere (anche in internet con i prestiti on line) e poi fare domanda di prestiti pensionati fino a 90 anni.

Friday, 31 March 2017 - Autore: Gino Topini

Giudizi e Recensioni:

Nome *

Email *
(non verrà pubblicata)

Il tuo commento

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.