Protestati, chi sono

Quali sono le cause che portano all'iscrizione nel registro dei protestati? Come si ottiene la cancallazione dal registro dei protestati?

Pubblicità
Prestiti facili e veloci...
... a portata di click!
Preventivo Gratuito »

Il protestato è colui il quale non effettua il pagamento di una cambiale o di un assegno. Dal momento in cui uno di questi due titoli viene presentato per il pagamento da parte del creditore e il pagamento non avviene (per qualunque motivazione) il creditore può "levare un protesto" contro il debitore.

Effetti del protesto

Il protesto fa nascere tutta una serie di effetti civili che sono legati all'inadempimento, come gli interessi di mora. Inoltre, l'atto di protesto è un titolo esecutivo che può essere usato dal credito per tornare in possesso di quanto a lui spettante. Dal protesto si può arrivare all'azione di regresso (senza protesto non c'è possibilità di fare tale azione). Si tratta della possibilità del creditore di rifarsi su uno dei co-obbligati, detti obbligati di regresso, come ad esempio i giranti o il traente nel caso di un assegno bancario.

Protesto per un assegno bancario non pagato

Se il protesto è legato ad un assegno bancario, il debitore ha 60 giorni di tempo dal momento dell'avvio della procedura di protesto per poter pagare. Se decide di pagare entro tale tempo, dovrà corrispondere anche gli interessi legali, una penale e le spese di protesto, con il vantaggio di non essere iscritto nel registro dei protestati. Se, invece, non paga entro tale tempo, l'iscrizione nel registro avviene, con tutto quello che ne consegue e che analizziamo sotto.

Pubblicità del protesto

Il protesto viene, inoltre, pubblicizzato al fine di dare la giusta tutela a tutti coloro che entrano in rapporti economici con i protestati. Oggi la pubblicità del protesto viene fatta con la trasmissione, dagli ufficiali levatori alle camere di commercio territoriali, della lista dei protestati nel mese precedente. Entro 10 giorni dalla ricezione, la camera di commercio deve inserire tali dati in un registro informatico. Le informazioni devono essere conservate, per legge, per 5 anni, a meno che il protestato sia stato riabilitato e venga richiesta la cancellazione dal registro dei protestati.

Cancellazione dal registro dei protesti e riabilitazione dei protestati

La riabilitazione del protestato, e dunque la relativa cancellazione dal registro protesti, avviene a patto che egli dimostri di aver pagato il titolo che è stato protestato. Prima della riabilitazione deve, in ogni caso, essere passato almeno 1 anno dal momento dell'iscrizione e, nel corso dell'ultimo anno solare, non bisogna aver subìto altri protesti. La riabilitazione viene concessa dal tribunale a seguito della richiesta da parte del protestato stesso. Se la riabilitazione viene negata, il diretto interessato ha 10 giorni per fare appello. Tra le alternative per la cancellazione dal registro protesti, vediamo il passaggio dei 5 anni richiesti per legge, oltre i quali la cancellazione è automatica e non c'è bisogno di fare nulla, anche se il debito per il quale si era stati protestati non è stato saldato. Ovviamente, il passaggio del 5 anni non equivale a dire che il debito non è più dovuto, dato che il creditore può sempre fare altre azioni per cercare di ottenere quanto a lui spettante.

I protestati possono chiedere dei prestiti?

La risposta è "no", o comunque molto difficilmente.

Le banche e le società finanziarie non accetteranno come cliente, per quanto riguarda il lato del finanziamento, un protestato.

Si parla spesso di prestiti a protestati, ma la situazione è decisamente difficile. Anche se si dovesse riuscire a trovare una società finanziaria che concede questa soluzione di finanziamento, potrebbe risultare molto onerosa, sia in termini di tasso di interesse da pagare che in termini di garanzie da dover fornire.


Autore: Gino Topini

Pubblicità
Preventivo Gratuito e Senza Impegno »

Giudizi e Recensioni su "Protestati, chi sono" da parte dei nostri utenti:

Pasquale: NON RIESCO AD AVERE UN PRESTITO DI 2.500ER CON PAGAMENTO BOLLETTINO POSTALE

Giudizi e Recensioni:

Nome *

Email *
(non verrà pubblicata)

Il tuo commento

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.