Guida al Mutuo Rifinanziamento

Guida completa al rifinanziamento del mutuo: cos'è, vantaggi e svantaggi, le migliori banche che lo concedono.

Pubblicità
Prestiti facili e veloci...
... a portata di click!
Preventivo Gratuito »

Il mutuo rifinanziamento è un'opzione che le banche danno ai coloro che vogliono cambiare l'istituto di credito fornitore del mutuo e desiderano chiudendo il loro vecchio impegno per aprirne un altro a condizioni migliori rispetto al passato (anche in termini di rata mensile pagata).

Mutuo rifinanziamento, i vantaggi

Il più grande vantaggio dei mutui rifinanziamento è quello di avere un tasso di interesse più basso rispetto al finanziamento precedente.

E' un modo per pagare delle rate più agevoli e più facili da rimborsare.

Solitamente i mutui rifinanziamento, per essere il più competitivi possibile, non hanno spese extra, il che significa che non bisogna pagare nessun costo di apertura o tenuta pratica, né di istruttoria, né di perizia

Verificate con la vostra banca se anche la sua offerta comprende questi vantaggi.

Mutuo rifinanziamento, gli svantaggi

Prima di gettarsi a capofitto in questo finanziamento, bisogna considerarne anche i lati negativi, gli svantaggi.

E' da escludere il dover pagare le spese notarili per l'apertura del nuovo mutuo e la registrazione del conseguente atto. La Legge Bersani mette questi costi a carico delle banche.

Durata maggiore = maggiori interessi

Lo svantaggio principale, a questo punto, potrebbe diventare quello di avere un mutuo dalla durata maggiore rispetto a quello inizialmente sottoscritto (e che va in estinzione con il rifinanziamento).

Questo potrebbe tradursi in una spesa finale per interessi più elevata.

Importo massimo definito

Le banche fissano di solito una somma massima che concedono tramite il rifinanziamento del mutuo, calcolata in percentuale sul valore dell'immobile ma con un tetto massimo.

Ad esempio, Banca Intesa SanPaolo non concede oltre 400.000 euro, così suddivisi:

  • fino a 300.000 euro per il rifinanziamento di mutui ipotecari
  • fino a 100.000 euro per avere nuova liquidità (in questo caso l'importo non può essere inferiore di 10.000 euro e ha un limite massimo del 20% del valore dell'immobile secondo perizia).

Calcolare la rata del mutuo rifinanziamento

Per effettuare un calcolo più preciso dell'impegno economico che avrai con il nuovo mutuo puoi usare questo strumento gratuito di calcolo rata mutuo in Excel: inserisci il tasso di interesse e la durata e confronta in pochi click la nuova rata con quella vecchia.

La durata di rimborso

La durata del mutuo rifinanziamento cambia a seconda del tasso di interesse che viene applicato.

Se preferisci avere un tasso fisso si va di solito da 10 a 30 anni, con possibilità di scegliere multipli quinquennali di scadenze (15 anni, 20 anni, ecc).

Se invece preferisci optare per un mutuo a tasso variabile, allora si è di solito liberi di scegliere una qualunque data di scadenza compresa tra 10 e 40 anni.

Offerte e proposte di mutui rifinanziamento

Directafin

Tra le società che ti permettono di sottoscrivere un rifinanziamento del prestito casa troviamo Directafin, la cui soluzione permette di avere una somma di denaro calcolata in percentuale fino al 60% del valore del tuo immobile, con importo massimo di 1.000.000 € per la prima casa e fino a 500.000 € per la seconda casa.

Ecco le caratteristiche principali di questa soluzione:

  • importo massimo: 1.000.000 € prima casa, 500.000 € seconda casa
  • importo minimo: 50.000 €
  • durata massima: 40 anni
  • durata minima: 10 anni
  • rimborso rate: mensile (tramite RID)
  • nessun altro costo aggiuntivo (spese di istruttoria, perizia, periodiche)
  • tasso fisso (massimo 30 anni per la prima casa, 15 anni per la seconda casa) o variabile
directafin.it

Mutuo Arancio ING Direct

ING Direct permette di avere un mutuo rifinanziamento fino al 70% del valore dell'immobile, a partire da 80.000 euro.

Ecco le caratteristiche principali di questa soluzione:

  • importo massimo: 500.000 € (se seconda casa, la liquidità aggiuntiva non può essere superiore al 50% dell'importo residuo del vecchio mutuo)
  • importo minimo: 80.000 €
  • durata massima: 30 anni
  • durata minima: 10 anni
  • rimborso rate: mensile (tramite RID)
  • spread delle prime due rate: 2,30%
  • spread delle rate successive: 2% (se si ha un conto corrente Arancio, altrimenti lo spread resta al 2,30%)
  • nessun altro costo aggiuntivo (spese di istruttoria, perizia, periodiche)
  • per i residenti in Italia da almeno 3 anni
ING Direct Mutuo Arancio via Mutuionline


Autore: Gino Topini

Pubblicità
Preventivo Gratuito e Senza Impegno »