.

Prestiti per insegnanti

Guida ai prestiti INPDAP per insegnanti: requisiti, quanto puoi avere, rinnovo del prestito.

Preventivo Senza Impegno
in 2 minuti:
Clicca qui »

Sei alla ricerca di prestiti INPDAP per insegnanti? Sei una maestra, un professore, o una professoressa di ruolo o precario, e hai bisogno di un prestito personale?

Continua a leggere questo articolo, vedremo tutto quello che devi sapere sui prestiti per insegnanti statali e privati.

Prestiti INPDAP per insegnanti

I prestiti per insegnanti sono un finanziamento che viene erogato in favore degli insegnanti di ruolo e non, statali o privati, tramite la modalità della cessione del quinto dello stipendio.

Occorre fare una distinzione tra prestiti per insegnanti statali, e privati.

Chi li può richiedere?

Questi prestiti per insegnanti sono rivolti a tutti i professori o i maestri che sono assunti tramite concorso di ruolo pubblico, dunque quelli che lavorano per la scuola pubblica.

Si parla, praticamente, di personale ATA.

Finalità

Cosa si può comprare con questi prestiti?

Non c'è alcuna limitazione, proprio come per la classica cessione del quinto.

Una volta che si ha la somma di denaro sul proprio conto corrente, la si può usare per qualunque finalità si desideri: auto, arredamento, e così via.

Prestiti INPDAP per insegnanti statali

I professori o le maestre della scuola statale possono avere accesso a dei prestiti INPS o Inpdap (ex-Inpdap), proprio perché sono dei dipendenti pubblici.

In questo caso valgono tutte le considerazioni valide anche per qualunque altro lavoratore statale.

I prestiti INPS per insegnanti statali si possono chiedere sia a società finanziarie convenzionate INPS, che non.

Molti credono che nel primo caso si può riuscire ad avere un tasso di interesse migliore, non è sempre così.

Ci sono, infatti, delle società finanziarie come Cofidis (link al sito ufficiale) o Signor Prestito (link al sito ufficiale) che propongono dei tassi molto vantaggiosi e dei prestiti 100% online.

Requisiti

I requisiti fondamentali sono:

  • contratto di lavoro a tempo con una scuola pubblica, a tempo determinato o indeterminato;
  • iscrizione alla Gestione Unitaria delle Prestazioni sociali e creditizie;
  • iscrizione al Fondo Credito e versamento del contributo con trattenuta in busta paga (0,35%)

Quanto puoi ottenere

Il prestito insegnanti 2020 INPDAP ti permette di ottenere un importo pari a 1, 2, 3 o 4 mensilità, da rimborsare entro 12, 24, 36 o 48 mesi.

Se non hai nessun'altra trattenuta, invece, l'importo massimo che puoi ottenere si raddoppia, quindi 2, 4, 6 o 8 mensilità.

Rimane fissa, invece, la durata dei rimborsi.

Condizioni (quanto costa?)

Il tasso di interesse è tra i più convenienti del mercato.

Nel 2020 il TAN (tasso di interesse nominale annuo) è pari al 4,25%, a cui bisogna aggiungere le spese di amministrazione pari allo 0,50% e un premio fondo rischi, il cui importo dipende dalla durata del prestito e dalla tua fascia di età.

Come richiederlo

La richiesta può essere fatta compilando la documentazione che si trova sul sito INPS.

Una volta completata, bisognerà allegare i documenti richiesti, come la busta paga, un documento valido, il codice fiscale ed ogni altra certificazione di cui l'INPS abbia bisogno.

A questo punto di potrà presentare domanda.

Dopo pochi giorni si riceverà l'esito della risposta.

Se è positivo, dopo pochi giorni ancora si riceverà l'importo richiesto, se invece il prestiti per insegnanti viene rifiutato, si riceverà una comunicazione che indicherà la motivazione del rigetto.

Prestiti per insegnanti precari

Nel caso di insegnanti precari, in cui si ha un contratto a tempo determinato, tuttavia, le possibilità di avere un prestito sono minori, e comunque si riuscirà ad avere un importo sicuramente più basso (leggi il testo sui prestiti con contratto a tempo determinato).

Ad esempio, se hai un contratto di durata 12 mesi, potrai chiedere un finanziamento della durata massima di 12 mesi (uguale a quella del contratto).

Prestiti per insegnanti di ruolo

Molto più facile è il caso degli insegnanti di ruolo: chi ha una cattedra fissa può facilmente ottenere il prestito rivolgendosi praticamente ad ogni finanziaria in Italia, come Signor Prestito (sito ufficiale) o Cofidis (sito ufficiale) ad esempio.

Prestito insegnanti NoiPA

Il prestito NoiPA per insegnanti è stato pensato appositamente per gli insegnanti della scuola pubblica che hanno bisogno di una liquidità per acquistare a rate.

Rinnovo prestito INPDAP per insegnanti

Come per ogni cessione del quinto, anche nel caso dei prestiti per insegnanti puoi chiedere il rinnovo del finanziamento.

Per poterlo avere, ricorda che dovrà essere passato un periodo minimo in cui dovrai aver rimborsato le rate in maniera puntuale: 6 mesi per i prestiti annuali, 12 mesi per quelli biennali, 18 per i triennali e 24 per i quadriennali.

Dopo che è trascorso questo periodo minimo, potrai chiedere il rinnovo della cessione del quinto.

Prestiti per insegnanti delle scuole private

Se sei un insegnante delle scuole private, l'accesso al prestito dipenderà dalle condizioni del tuo contratto di lavoro.

Se hai un contratto a tempo indeterminato, puoi chiedere la cessione del quinto dello stipendio presso società come Signor Prestito (sito ufficiale) o Cofidis (sito ufficiale), mentre se hai partita IVA e collabori con una scuola privata, allora dovrai necessariamente chiedere un prestito personale senza busta paga.

Chiedi ora un preventivo senza impegno:

Monday, 20 April 2020 - Autore: Gino Topini