Prestiti Veloci Poste Italiane: che tempi di attesa? Opinioni 2019

Approfondiamo il discorso dei Prestiti Veloci di Poste Italiane e cerchiamo di capire che tempi di attesa ci sono, come velocizzare le richieste, e in generale quali sono le opinioni su questo finanziamento.

Pubblicità
Prestiti facili e veloci...
... a portata di click!
Preventivo Gratuito »

Ottenere dei prestiti veloci è una delle necessità che spesso ci si trova a dover affrontare. Le esigenze economiche di una persona variano nel corso del tempo ed ecco che, a volte, la rapidità nell’ottenimento di una certa somma di denaro fa la differenza.

Per questo motivo sono tanti gli istituti di credito e le finanziarie che, oggi, offrono la possibilità di ottenere prestiti rapidi, soluzioni velocissime pensate in maniera particolare per i dipendenti e per i pensionati.

Poste Italiane, con il suo Prestito BancoPosta, è una di queste aziende. Conviene richiedere un finanziamento veloce Poste Italiane se si ha bisogno di denaro in tempi brevi? Vediamo in questa recensione 2019 le opinioni in merito.

Prestito veloce Poste Italiane, conviene?

Le soluzioni di credito erogate dalle Poste Italiane si appoggiano al Conto Corrente BancoPosta o ad un Libretto Postale, ma non necessariamente, nel senso che da qualche tempo a questa parte possono farne domanda anche coloro che non sono già clienti di Poste Italiane.

L’importo che si può richiedere va da 3.000 a 30.000 euro, nella norma di altri finanziamenti da parte di banche e finanziarie concorrenti. La durata di rimborso invece va da 24 a 84 mesi.

I dipendenti e i pensionati possono avere accesso a questo finanziamento in poco tempo dal momento della richiesta: è sufficiente presentare una copia della propria carta di identità e del codice fiscale, una prova di reddito (come una busta paga o un cedolino della pensione) e si è pronti ad ottenere il finanziamento.

Nel giro di 24/48 ore, solitamente, si ottiene già una risposta e, nel caso sia positiva, si potrà ricevere l’accredito della somma richiesta, direttamente sul proprio conto Bancoposta o su altro conto corrente.

Per avere i soldi ancora più veloci, è possibile:

  • andare alle Poste a ritirare la somma in contanti (fino a 10.000 euro)
  • farsi accreditare l’importo del finanziamento sulla Postepay Evolution

Il rimborso di questo prestito personale avviene tramite pagamento di rate mensili ad importo fisso, che vengono addebitate sul conto corrente BancoPosta, su altro conto corrente, sulla Carta Postepay Evolution o, se si preferisce, vengono pagate tramite bollettini postali.

Mini Prestiti con Postepay, sono più veloci?

Se si ha bisogno di poco denaro e si cerca una risposta davvero rapida, è possibile prendere in considerazione i mini prestiti con Postepay: a partire da 1.000 euro, rimborso tramite accredito sulla Postepay Evolution e durata del finanziamento pari a 22 rate mensili, la domanda per questo finanziamento può essere fatta anche in qualunque sportello postale, anche di sabato mattina, per le urgenze che non possono attendere.

I prestiti di Poste Italiane sono veramente veloci?

Sul sito ufficiale, Poste Italiane non fornisce alcuna indicazione sui tempi di attesa per la risposta in merito alle richieste che riceve, ma questo non vuol dire che non si possano ottenere risposte in brevi tempi.

Per averne la certezza, tuttavia, consigliamo di andare presso un qualsiasi sportello postale e chiedere ad un incaricato, che saprà fornire tutte le indicazioni del caso e permetterà di capire che tempistiche attendersi in merito alla risposta da parte di Poste.

Nel frattempo, ti lasciamo con alcuni consigli, validi per tutti, su come trovare finanziamenti realmente veloci:

  • Dipendenti a tempo indeterminato e pensionati hanno i tassi di risposta più veloci in assoluto;
  • Se si è autonomi o dipendenti a tempo determinato e si vuole cercare di rendere la procedura più rapida, si possono fornire delle garanzie aggiuntive. Per maggiori informazioni leggi anche dei prestiti senza busta paga di Poste Italiane;
  • La mancata segnalazione nel registro dei cattivi pagatori aiuta nello sveltire la pratica;
  • Il poter andare a prendere i soldi in contanti presso gli sportelli postali aiuta a velocizzare, in quanto non bisogna attendere i tempi tecnici del bonifico.

Thursday, 27 September 2018 - Autore: Gino Topini