Detrazioni Fiscali Fotovoltaico: Fino al 31 Dicembre 2014

Le Agevolazioni sulle Detrazioni Fiscali per il Fotovoltaico del 50% rimangono valide, secondo la nuova legge di stabilità, fino al 31 Dicembre 2014.

Pubblicità
Prestiti facili e veloci...
... a portata di click!
Preventivo Gratuito »

La legge di stabilità 2014 ha confermato che le detrazioni fiscali per il fotovoltaico sono state prorogate fino al 31 dicembre 2014. Ci sarà tempo tutto quest'anno, dunque, per poter acquistare nuovi impianti di produzione di energia elettrica per migliorare l'efficienza energetica della propria abitazione.

Detrazioni Fiscali del 50%

La detrazione fino al 50% del costo sostenuto è pensata ad uso domestico, ovvero per le famiglie che desiderano acquistare un impianto fotovoltaico domestico fino a 20 Kw di potenza, e si riferisce solo ad impianti realizzati su abitazioni già esistenti (sono dunque escluse dall'agevolazione le installazioni su edifici di nuova realizzazione).

Oltre che per impianti di produzione di energia elettrica, sono oggetto della medesima detrazione fiscale anche gli acquisti di mobili o di elettrodomestici in generale che sono concomitanti a dei lavori di ristrutturazione che si fanno in casa. In questo caso le detrazioni fiscali sono possibili fino ad un massimo di 96.000 euro per il costo della ristrutturazione in sé, mentre fino a 10.000 euro per mobili ed elettrodomestici. Attenzione! La detrazione non avviene in un solo anno, ma è da ripartire sull'IRPEF dei successivi 10 anni. In pratica, ipotizzando una detrazione di 10.000 euro in totale, essa viene divisa in 10 anni, dunque si potrà scaricare 1.000 euro all'anno.

Secondo l'architetto Carmen Granata, inoltre, per poter avere accesso alla detrazione occorrerà conservare tutte le prove si spese fatte, oltre che i provvedimenti autorizzativi comunali sia in tema di edilizia che di urbanistica. Inoltre, occorrerà avere anche la dichiarazione dell'atto di notorietà del beneficiario. 

Chi può richiedere la detrazione

Possono fare domanda di detrazione fiscale:

  • proprietari di immobili
  • nudi proprietari di immobili
  • locatari
  • soci di società cooperative, sia divise che indivise
  • soci di società semplici
  • imprese a carattere familiare 

Detrazione per pannelli fotovoltaici, alcune precisazioni

Un distinguo doveroso è quello che riguarda le detrazioni fiscali del 50% viste fino ad ora e il Conto Energia. Sono due cose che non possono essere cumulate, dunque se si dovesse chiedere la detrazione fiscale 50% per l'installazione di nuovi pannelli fotovoltaici, non sarà poi possibile richiedere anche le tariffe incentivanti per il conto Energia.

In ogni caso non ci sono grandi problemi perché al momento il Governo ha già raggiunto il tetto di spesa massimo stabilito per il Quinto Conto Energia, dunque non ci sono più incentivi da erogare (almeno fino a che non ci sarà un nuovo conto Energia). Via libera alle detrazioni fiscali del 50%, dunque.

Nessun limite è invece posto per lo "Scambio sul posto e il ritiro dell'energia prodotta", questo significa che la detrazione IRPEF si può cumulare con tali incentivi.

Infine, una precisazione riguardante l'IVA: invece che pagare la tassa sul valore aggiunto al consueto 21%, la si pagherà al 10%.

Come fare per la modalità di pagamento?

Considerato che la legge italiana richiede il cosiddetto "bonifico parlante" per poter avere accesso alla detrazione fiscale (in pratica, occorre pagare con bonifico bancario a testimonianza dell'avvenuto acquisto), cosa fare in caso di finanziamento?

Ottenendo un prestito, infatti, non si ha modo di fare il bonifico alla società che venderà ed installerà l'impianto, dunque si rischia di perdere la detrazione?

Assolutamente no, poiché è sufficiente che ci sia "un" bonifico, dunque vale anche quello fatto dalla finanziaria o dalla banca al fornitore dell'impianto. Basterà solo farsi rilasciare una ricevuta dello stesso.

Detrazioni fiscali del 65%

Sale la quota di detraibilità fiscale quando si decide di fare degli interventi di risparmio energetico diversi da quelli visti fino ad ora. Alcuni esempi sono:

  • nuovi serramenti
  • installazione di pannelli solari termici
  • lavori di isolamento termico degli edifici
  • installazione di caldaie a condensazione
  • ecc.

Detrazioni fiscali, dal 2015 una riduzione progressiva

A partire dal prossimo anno ci sarà una riduzione progressiva della percentuale di detrazione possibile. Per il 2015, infatti, la quota sarà del 40% (a meno di novità in futuro), mentre a partire dal 2016 tornerà ad essere del 36%, esattamente come era prima di queste detrazioni agevolate.

Di questa guida fanno parte anche:

Prestiti per Pannelli Solari
Prestiti Fotovoltaico
Prestiti per l'energia pulita

Autore: Gino Topini

Pubblicità
Preventivo Gratuito e Senza Impegno »

Giudizi e Recensioni:

Nome *

Email *
(non verrà pubblicata)

Il tuo commento

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.