Consigli per Ottenere dei Prestiti a Protestati

Ottenere dei prestiti se si è stati protestati non è semplice, ti forniamo dei consigli utili per aumentare le tue probabilità di successo.

Pubblicità
Prestiti facili e veloci...
... a portata di click!
Preventivo Gratuito »

Il protesto è un atto "pesante" da un punto di vista finanziario. Tra le altre cose rende molto molto difficile la possibilità di ottenere, in futuro, nuovi prestiti e finanziamenti.

Le maggiori difficoltà le si hanno quando il protestato è anche un lavoratore autonomo, perché questa categoria non ha il vantaggio di avere una busta paga con la quale garantire la solvibilità della rate mensili.

Vediamo pertanto alcuni dei consigli migliori per riuscire a far domanda di prestiti anche se si è protestati.

Hai un lavoro dipendente o sei pensionato? Meglio!

Se sei un dipendente o un pensionato avrai maggiori probabilità di aver successo nella richiesta di questo finanziamento. Questa categoria di persone, infatti, è sempre avvantaggiata nella richiesta di un qualunque tipo di finanziamento: i dipendenti perché hanno il TFR dalla loro parte, i pensionati perché hanno la pensione.

Se, invece, tu fossi un autonomo o un libero professionista le cose potrebbero essere difficili, anche se alcune possibilità ci sono soprattutto se hai un buon garante o se hai la possibilità di sottoscrivere delle cambiali.

Il garante, che sia finanziariamente buono

Il primo consiglio è quello di avere un garante, che sia buono da un punto di vista finanziario ed accettato dall'istituto di credito. Non tutte le persone sono valide come garanti: protestati, cattivi pagatori, disoccupati, non lo sono.

Fatevi dire esattamente dalla banca o dalla finanziaria dove volete richiedere il finanziamento che caratteristiche dovrebbe avere un buon garante.

Le cambiali, un'alternativa (anche se costosa)

Pensate concretamente alla firma di cambiali, anche se sono un'alternativa più costosa rispetto al finanziamento classico. Il punto principale è che questo titolo esecutivo ha dei costi, come il bollo statale, che devono ovviamente essere sostenuti da chi fa domanda di finanziamento.

Ovviamente bisogna fare attenzione al fatto che le cambiali non sono sempre accessibili per un protestato perché, di suo, il protesto potrebbe essere partito proprio da una cambiale non pagata. Abbiamo già affrontato l'argomento dei prestiti cambializzati parlando anche di prestiti cambializzati a domicilio. E' chiaro che quando si hanno disguidi finanziari le banche e le agenzie tendono a non fidarsi troppo poiché, concedendo un prestito a persone segnalate, vanno ad esporsi ad un maggiore rischio rispetto a concederlo a persone con una buona storia creditizia alle spalle. Questo però non esclude che ci siano possibilità di ottenere anche prestiti cambializzati per autonomi cattivi pagatori .

Piccole somme, meglio che nulla

Limitarsi sulle somme che si richiede diminuisce indubbiamente il rischio per la banca. Di conseguenza potrebbe essere più propensa a concedere il finanziamento.

E' ovvio che la decisione finale spetta all'istituto di credito, ma non per questo non bisogna provare.

Scegli la finanziaria giusta

Basta una ricerca su internet per "prestiti per protestati" e tra i risultati ci saranno tantissime agenzie finanziarie che propongono finanziamenti. Prendete il telefono e chiamate, in alternativa scrivete loro via e-mail e attendete una risposta.

Tra i nomi più in vista vediamo 4Credit, che propone prestiti a protestati fino a 30.000 e fino a 120 mesi, GruppoMoney, Findomestic, Edera SPA, Alpafin e Italprestonline.

[ad1]


Autore: Gino Topini

Pubblicità
Preventivo Gratuito e Senza Impegno »

Giudizi e Recensioni:

Nome *

Email *
(non verrà pubblicata)

Il tuo commento

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.